Tecnologie e nuovi linguaggi

.

Guida Twitter: focus su verifica delle fonti, selezione del materiale e creazione di filtri di ricerca


twitterMolto interessante la masterclass al Festival del Giornalismo 2015 a Perugia su l’utilizzo di twitter per i giornalisti tenuta da Livia Iacolare e Jerome Tommasini entrambi responsabili Twitter in Italia e in Francia

Ci hanno spiegato come tablet e smartphone hanno permesso che chiunque tramite Twitter possa condividere notizie fresche, filmati, foto e testi in tempo reale dagli stessi luoghi dove succedono gli eventi. Qualsiasi persona può diventare fonte di informazione e centro di diffusione delle notizie grazie allo strumento Twitter e alla sua viralità. Quello che fa di Twitter uno strumento efficace per il giornalismo sono le sue caratteristiche.

Caratteristiche di Twitter

L’unicità di twitter per cui chiunque anche i non addetti ai lavori possono pubblicare notizie.

Twitter è colloquiale e incoraggia la conversazione tra utenti diversi, anche tra utenti popolari e non.

Twitter è pubblico. Ogni tweet può diffondersi tramite Twitter senza limitazioni. Può anche uscire da Twitter perché i tweet possono essere incorporati nei siti web ottenendo di essere letti da qualsiasi navigatore della rete piuttosto che dai soli utenti Twitter.

Ad esempio l’immagine con il testo ‘je suis charlie’ è stata twittata da un cittadino parigino e si è diffusa in tutto il mondo. Un altro famoso tweet su Charlie Hebdo ha avuto 32.700 retweet 2,3 milioni impressioni su twitter, 2,2 milioni impressioni fuori da Twitter essendo incorporato 68 volte nel web.

Twitter è globale i tweets si diffondono in tutto il mondo da un continente all’altro

Conta 288 milioni di utenti attivi al mese e 500 milioni di utenti non attivi al mese, 75 milioni di utenti non statunitensi, 80% degli utenti con accesso a twitter mobile, 500 milioni di tweet al giorno.

Sono 4  le dimensioni principali per sfruttare Twitter per il giornalismo

Rilevazione, segnalazione, engagement, distribuzione

Twitter è un buono strumento per trovere le notizie. Per fare questo bisogna ottimizzare gli utenti da seguire, scegliere personalità, esperti e istituzioni pertinenti alle proprie ricerche.

E’ bene per un giornalista seguire i colleghi anche quelli stranieri. Gli utenti seguiti sono pubblici quindi bisogna sceglierli con saggezza. Se si vogliono seguire i giornalisti di un giornale basta ricercare l’account del giornale cliccare sul filtro della ricerca e scegliere ad esempio di filtrare le persone attinenti al giornale scelto.

followermonk.com

Un altro metodo per cercare le notizie è usare il tool followermonk.com. Si tratta di uno strumento di ricerca che permette di cercare delle parole chiave nel testo della bio degli utenti twitter. Si possono filtrare i risultati anche in base al numero di seguaci.

Un altro metodo molto efficace per trovare le notizie è l’utilizzo delle liste. Creando delle liste si possono consultare degli account senza diventarne seguaci.

Si possono esplorare le liste degli utenti cliccando su impostazioni >liste. Per crearne una nuova bisogna cliccare aggiungi e scegliere se la lista sarà pubblica o privata. Per includere qualcuno in una lista basta cliccare su impostazioni e poi aggiungi/rimuovi dalla lista. Fare liste attira followers. Si può utilizzare un widget per includere i tweet relativi ad una lista dentro un sito web.

Tweetdeck

Un altro strumento potente è Tweetdeck. Si tratta di una piattaforma utile per i giornalisti. E’ un filtro per i tweet e un tool per creare liste. Si può monitorare qualsiasi conversazione in Twitter attravero Tweetdeck. E’ un filtro per trovare i tweet preferiti di qualche utente, o scegliere un gruppo di account per seguirne i tweet separatamente. E’ anche uno strumento di ricerca per filtrare i tweet in base agli hashtag o a determinate keywords. Si possono creare collezioni di tweets che possono essere incluse in un sito Internet al di fuori di Twitter. Le liste si creano in Tweetdeck in maniera molto simile a Twitter solo che in Tweetdeck il procedimento è più facile ed efficiente. Tweetdeck consente di creare dei filtri molto specifici, delle vere e proprie query di ricerca per ottenere solo determinati tweet. Si può filtrare la ricerca per tipologia di contenuto, per lingua, per esclusione di determinate parole, per esclusione dei retweet, per utenti verificati, per lista, per utenti specifici. C’è anche il filtro engegement che permette di filtrare per numero di retweet , di aggiunte ai preferiti, per numero di repliche.

Distribuire i propri contenuti

Il live tweet permette a un giornalista o un aspirante giornalista di attirare l’attenzione di chi è interessato a propri contenuti e la propria informazione in real time.

Per distribuire i propri contenuti, è utile diffondere il proprio username, il proprio account dappertutto, incoraggiando a commentare i propri contenuti tramite Twitter stesso.

E’ bene rendere i propri contenuti twittabili rendendoli adatti al formato breve di Twitter, soprattutto per quanto riguarda il titolo di un articolo con il link, le citazioni con lo username della persona intervistata, l’inclusione di dati o emoticons insieme al link. E’ meglio usare immagini per attirare l’attenzione, infatti i tweet piu condivisi sono quelli multimendiali, ancora di più le immagini con parole e citazioni sovrascritte sull’immagine, oppure immagini di documenti originali. E’ bene taggare sempre le persone incluse nelle immagini. Si possono inserire più immagini contemporaneamente e filmare 30 secondi di video da includere nel tweet. Per aumentare i propri followers è utile ritwittare il meglio di twitter e proporre sempre contenuti di qualità.

 

 

Facebook Comments

Reviews

  • Total Score 0%
User rating: 0.00% ( 0
votes )


Mi chiamo Roberta Marino sono scrittrice, developer, founder di makeblend.rocks. e della software house Zerokod.rocks. Sono anche Music Producer come Overblast Music ( Overblast.rocks ) e mi appassiona tutto ciò che è cambiamento e innovazione. @makeblendrocks @overblastmusic @zerokodrocks email: robertamarino270177@mail.ru


One response to “Guida Twitter: focus su verifica delle fonti, selezione del materiale e creazione di filtri di ricerca”

Leave a Reply