Tecnologie e nuovi linguaggi

.

Startup innovative: la robotica per automatizzare i magazzini delle aziende di e-commerce


startup robotica

In un magazzino finto pieno di barrette di cereali, cereali per la colazione e altri beni di consumo, un operaio prende i prodotti dagli scaffali e li inserisce in un recipiente di plastica. Il contenitore è situato in cima ad un piccolo robot a ruote che segue il dipendente ad ogni passo come un cucciolo. Quando il contenitore è pieno, il robot si dirige verso la zona del confezionamento; un secondo robot con un recipiente vuoto continua il lavoro interrotto dal primo, permettendo al lavoratore di gestire la raccolta senza pause o senza dover spingere intorno alcun carrello pesante.

Per il momento, questa dimostrazione è proprio questo: un beta test sul lavoro di squadra uomo-robot. Si trova nella sede di Fetch Robotics a San Jose, una start-up tra quelle che lavorano sui robot destinati specificamente ai magazzini delle aziende di e-commerce. Con l’avvicinarsi del periodo di vacanza, la robotica potrebbe fornire le macchine per accelerare le operazioni di imballaggio, senza dover assumere lavoratori in più.

Come molte altre cose nel mondo della vendita al dettaglio on-line, Fetch Robotics esiste soprattutto grazie ad Amazon. Infatti nel 2012, Amazon ha pagato 775 milioni di dollari per il robot da magazzino Kiva Systems; poco dopo, Kiva Systems ha smesso di vendere le proprie macchine a chiunque altro. “Quando Amazon investe quasi $ 1 miliardo in qualcosa solo per tenerlo fuori dalle mani dei concorrenti, invia un messaggio molto forte al mercato”, afferma Bryce Roberts, amministratore delegato O’Reilly AlphaTech Ventures, che ha investito in Fetch Robotics. “Ha lasciato un grosso buco che è ancora aperto.”

Sia Fetch Robotics che Harvest Automation dicono che i loro robot camminano rapidamente per circa otto ore di seguito con una batteria completamente carica. Fetch dice che i suoi modelli base possono trasportare fino a 150 libbre; Harvest, 50. Tim Barrett, Chief Operating Officer della Shipping Company Barrett Distribution Centers, dice che con otto prototipi Harvest per il movimento merci in tutto il suo magazzino in Massachusetts, la società non ha bisogno di installare un nastro trasportatore costoso.

Fetch ha raccolto 23 milioni di dollari da investitori guidati dal gigante delle telecomunicazioni giapponese SoftBank e ha venduto i suoi robot da aprile per circa 25.000 $ a testa. Harvest, che ha ottenuto circa $ 25 milioni in venture funding, dice che inizierà a vendere la sua versione del prossimo anno per $ 15.000 ciascuno, o farà pagare $ 1.000 per affittarne uno per un mese, come dichiara il CEO John Kawola.

L’opzione del noleggio dovrebbe contribuire ad attrarre i primi clienti ad adottare la robotica con una riduzione dei costi iniziali, dice Dan Kara, direttore per la robotica di ABI Research. Locazioni simili si sono dimostrate efficaci nel mondo dell’ assistenza sanitaria e la sicurezza con robot progettati per sorvegliare i pazienti o perimetri aziendali, dice. L’affitto mensile di $ 1.000 per robot si tradurrebbe in $ 1,40 l’ora nel caso di i clienti che usassero le macchine da lavoro senza interruzione. Melonee Wise, CEO di Fetch, dice che la sua società sta valutando l’affitto del suo robot a $ 4 un’ora, aggiungendo che il pagamento totale di $ 25.000 per acquisto sarebbe raggiunto in sei mesi.

Il costo di una maggiore automazione, naturalmente, è la diminuzione dei posti di lavoro. L’incremento dello shopping online ha determinato una delle migliori performance nel mercato del lavoro degli Stati Uniti: i magazzini di aziende di e-commerce hanno impiegato 778.000 persone nel mese di settembre, in crescita del 22,5 per cento rispetto allo stesso mese di cinque anni prima, secondo il Dipartimento del Lavoro. Le aziende cercano di ridurre i prezzi e la velocità di consegna sostituendo le persone con le macchine. “In un futuro non troppo lontano, i robot saranno comuni nel commercio elettronico”, dice Rich Mahoney, direttore esecutivo della robotica per la no-profit di ricerca SRI International.

Per ora, i dirigenti di Fetch e Harvest dicono, i loro robot sono destinati ad essere muli meccanici, in aggiunta agli esseri umani che hanno la visione e la destrezza di riconoscere e recuperare i prodotti desiderati in fretta. Fetch, tuttavia, sta sviluppando un robot con le macchine fotografiche e le braccia artigliate che dice che sarà in grado anche di afferrare oggetti dagli scaffali.
Fonte: http://www.bloomberg.com

copyright immagine David Paul Morris/Bloomberg

Per approfondire:

Altri Bestsellers:

Facebook Comments

Reviews

  • Total Score 0%
User rating: 0.00% ( 0
votes )


Mi chiamo Roberta Marino sono scrittrice, developer, founder di makeblend.rocks. e della software house Zerokod.rocks. Sono anche Music Producer come Overblast Music ( Overblast.rocks ) e mi appassiona tutto ciò che è cambiamento e innovazione. @makeblendrocks @overblastmusic @zerokodrocks email: robertamarino270177@mail.ru


Leave a Reply